0432-229645 direzione@scuolaprovvidenza.ud.it UD1E002004

Istituto

La Scuola Primaria parificata paritaria “Collegio della Provvidenza” è parte integrante della Fondazione della Provvidenza ONLUS (ultima erede della “Casa delle fanciulle derelitte” ed è accessibile dal civico n. 2 di “via padre Luigi Scrosoppi”.

La storia

La Scuola primaria “Collegio della Provvidenza” è situata al centro della città di Udine: la posizione favorevole la rende facilmente raggiungibile sia a piedi sia con i mezzi pubblici o propri, oltre a facilitarne i collegamenti con le istituzioni cittadine, in gran numero ubicate nelle immediate vicinanze (Curia, Provincia, Conservatorio, Università, Teatro ecc.).

Le sue origini risalgono alla scuola femminile della “Casa delle derelitte” sorta nel 1816, nella quale dal 1826 operò san Luigi Scrosoppi (leggi una biografia e/o un articolo) accanto alle prime “maestre” (poi Suore della Provvidenza) impegnate nella cura delle “fanciulle”.

Dopo la sua morte (1884), all’edificio ribattezzato “Collegio della Provvidenza” fu aggiunto uno stabile ad uso scolastico (1893), in seguito ampliato più volte.

Nel 1969 la scuola allora detta “elementare” ottenne la qualifica di “scuola parificata” dal Ministero della Pubblica Istruzione, che nel 2000 ha riconosciuto “scuola paritaria” con apposito decreto l’odierna scuola “primaria”.

Attualmente le classi sono cinque, seguite da dieci docenti e formate da alunni in gran parte residenti nel Comune di Udine e per il resto provenienti dall’hinterland udinese o da altre località della provincia e/o della regione.

A loro disposizione sono tutti gli ambienti, dalla aule di classe al cortile interno (dotato di giochi adatti all’età), alle aule speciali attrezzate (aula di informatica, aula di inglese, aula di musica, aula di scienze, palestra, refettorio, sala-teatro).

Anche se per una scelta pedagogica la scuola non applica il “tempo pieno”, a partire dall’a.s. 2015/16 le lezioni si svolgono su 5 giorni garantendo comunque il rispetto del monte-ore e del numero minimo di giornate stabiliti dalle leggi vigenti in materia d’istruzione, nonché delle vacanze scolastiche fissate dal Ministero e delle ulteriori disposizioni emanate dalla Regione.

Alle varie tipologie di utenza vengono proposti i servizi più diversi:
– mensa (cucina propria);
– rientri pomeridiani;
– laboratori facoltativi e/o attività para/extrascolastiche (sabato mattina);
– doposcuola (curato dalle stesse maestre);
– assistenza prima e dopo il normale orario scolastico (gestita dalle suore);
– incontri per genitori e famiglie;
– Centro vacanze estivo (da metà giugno a metà luglio);
– celebrazioni periodiche (es. festa del fondatore, Natale, Pasqua);
– formazione continua insegnanti e personale non docente; ecc.