Nell’anno scolastico 2008-2009, si è svolto il primo corso di mandolino: guidati dal m.° Roberto Verona, gli alunni/e delle classi III e IV hanno avuto l’occasione di conoscere da vicino uno strumento particolarmente caro alla tradizione musicale italiana… e la curiosità iniziale ha presto lasciato il posto a un grande interesse.

Il corso proseguirà anche il prossimo anno e – per chi si appassionerà – potrebbe profilarsi addirittura un futuro nell’orbita dell’orchestra udinese “Tita Marzuttini”, una fra le più antiche formazioni a plettro d’Europa (fu infatti fondata nel lontano 1886)!

Nei precedenti anni scolastici, analoghi corsi erano già stati organizzati in altre scuole cittadine, ma quest’anno per la prima volta il progetto ha coinvolto anche alunni del terzo anno della scuola primaria (in passato l’iniziativa era stata normalmente rivolta soltanto ai bambini e alle bambine frequentanti l’ultimo biennio).

Il numero di giugno 2009 del periodico “Stelutis Alpinis” ha dedicato un articolo a questa importante proposta (vai all’articolo), corredato dalle fotografie di alcuni gruppi dei tanti piccoli «nuovi mandolinisti», fra cui quelli della nostra classe IV (l’originale a colori è ben visibile anche qui sopra).

Anche Plectrum, il trimestrale della Federazione Mandolinistica Italiana, ha dato risalto all’iniziativa (leggi l’articolo) sul numero di luglio 2009, oltre ad averla ricordata anche nella conclusione dell’Editoriale di Artemisio Gavioli: «Mi corre comunque l’obbligo di segnalare che in alcune scuole elementari (IV e V) ed in alcune scuole medie ad indirizzo musicale e non, grazie da una parte alla lungimiranza ed all’apertura culturale dei Dirigenti Scolastici e dall’altra all’opera encomiabile di alcuni nostri mandolinisti, molti ragazzi hanno potuto avvicinarsi al mandolino, dimostrando nella maggior parte dei casi un immediato interesse verso questo strumento»

Total Views: 106 ,